ATARU STUDIO

L’Ataru Studio ci presenta “Hard’N’Steel”, il loro nuovo manga /// [Intervista]

Hard’N’Steel è un nuovo manga italiano targato Upper Comics e realizzato dall’Ataru Studio, cioè Lumaca Marina, Dottor Ameba e Daruma-san.

I tre artisti hanno deciso di rispondere ad alcune delle nostre domande, presentandoci così la loro opera ed i loro progetti futuri. BUONA LETTURA.

– Acquista QUI Hard’N’Steel, opera dell’Ataru Studio –

 


 

1) Diamo un caloroso benvenuto, nella sezione #WeAreNerd, ai membri dell’Ataru Studio: Lumaca Marina, Dottor Ameba e Daruma-san.
Ciao ragazzi, cos’è e quando nacque l’Ataru Studio?

Buongiorno/pomeriggio/sera a tutti!
Be’, in poche parole l’Ataru Studio siamo noi tre: dei poveri e tristi ventenni che fanno le cose coi disegni e le scritte! Alla fine la parola “Ataru” deriva dai nostri nomi: la “A” di Ameba, la “Ru” di Daruma, e la “Ta” di Lumaca.
Ok, in effetti la “Ta” viene da “Katatsumuri”, una parola giapponese che significa proprio “lumaca”: è che se ci chiamavamo Acaru Studio, poi sembravamo dei disinfestatori itineranti.
Ci conosciamo da una vita, e credo che abbiamo cominciato a lavorare insieme a dei fumetti più di dieci anni fa: ma stando ai file.txt sparsi tra i nostri Hard Disk, credo che il nome “Ataru Studio” sia nato intorno al 2012, quindi sei anni fa.

 

 

2) Presentate il vostro manga: Hard’N’Steel.

Un giorno un folle scienziato, il Dottor Ade, ha lanciato dall’alto del suo grattacielo un impulso di Onde Theta. Chi in quel momento stava mangiando qualcosa, ha ricevuto in dono un potere eccezionale: un Flair, che può essere attivato ingerendo nuovamente il medesimo alimento.

UPPER COMICS
Genere: Urban Battle —- Tipologia: Azione/Comico/Psicologico

Il protagonista è Katsumata K. Kein, un poliziotto dall’animo duro come l’acciaio e un vero amante dei limoni. Ma il suo Flair è per lui una tremenda maledizione: ogni volta che mangia un limone, si risveglia in lui il potere di una maghetta, e gli spunta un grazioso vestitino rosa con annessa minigonna!
Per poter tornare a gustare in santa pace il suo amato agrume, decide allora di andare dal Dottor Ade, e costringerlo a privarlo dei suoi poteri. Ma c’è un problema: il Dottor Ade è stato fatto prigioniero nel suo palazzo, da un anonimo colletto bianco, e nessuno lo vede da mesi…

In breve, Hard’N’Steel è questo: un action/commedy che non si prende troppo sul serio, esagerato e stravagante. C’è un uomo in minigonna, un ragazzo col bananone, una fumettista disoccupata, un uomo coi baffi e ci sarà una talpa. E insomma, ci sono dei tipi che fanno le cose, e poi succedono altre cose.

 

 

3) Quali sono, a vostro avviso, i tratti che rendono unico Hard’N’Steel?

Hard’N’Steel nasce come esasperazione della nostra cultura come lettori di fumetti, e ovviamente del nostro amore per i manga. Pur restando, ovviamente, un fumetto italiano. Crediamo molto in questo suo essere “ibrido” tra due culture fumettistiche, quella italiana e quella nipponica, che non ha molto senso separare così nettamente.

Non siamo i primi ad aver provato una cosa del genere in Italia, ma resta purtroppo un esperimento piuttosto raro, soprattutto a causa della reticenza di gran parte degli editori verso stili di narrativa che si discostino troppo dagli standard “Bonelliani” e “Disneyani”.

 

 

4) La domanda è d’obbligo, ma come vi è venuto in mente di associare un povero uomo con la volontà dura come l’acciaio, Katsumata K. Kein, ad un ‘limone’ e un abito alquanto inusuale?

La situazione era questa: la Upper Comics, la nostra casa editrice, ci aveva contatto per proporci la pubblicazione di un fumetto. Un’idea di base della trama ce l’avevamo, ma ci mancava il protagonista. Che dovesse essere uno tosto, ci era ovvio: un uomo forte e incrollabile, un vero protagonista da action, uno con un nome con tante K, perché è una lettera altrettanto dura e fa figo. Naturalmente il limone mangiato a spicchi è un cibo per veri uomini, e ci è sembrato ovvio associarlo al protagonista.

Quanto al potere, l’avevamo in realtà buttata lì solo per scherzo all’inizio. Una cosa del tipo: “Ma vi immaginate se uno così avesse il potere di una maghetta?”. E la cosa ci è poi sfuggita di mano.

Ataru Studio


5) Qual è il vostro Flair preferito?

Lumaca Marina: Eeeeeh in effetti ho un problema: il mio Flair preferito non è ancora comparso, quindi non posso dirlo per non fare spoiler…

Dottor Ameba: Anch’io ho qualche problema nel non fare spoiler. Quindi… Diciamo che il mio preferito è quello del barista del Capitolo 1, che trasforma il suo dito in un cavatappi per servire al meglio i clienti. Ma in realtà gli permetterebbe di aprire ogni cosa, persino la mente degli ottusi e il cuore degli introversi, portandoli a una nuova visione del mondo e della vita! O forse no…? Il bello delle comparse è che chiunque può immaginarsi quello che vuole, sul loro conto.

Daruma-san: Il Flair di Plancton, un personaggio che compare nel Capitolo 2. Si chiama Back to the Future, e gli permette di viaggiare nel tempo… Ma non nello spazio! La Terra ruota attorno al Sole, e il Sole ruota attorno al centro della Via Lattea: ma Plancton si ritrova sempre nell’esatta posizione da cui era partito. Il che significa che usando il suo Flair, molto probabilmente si ritroverebbe nel vuoto cosmico e morirebbe in pochi secondi. Povero.

 

 

6) Quali sono i progetti futuri dell’Ataru Studio?

Per ora, direi finire Hard’N’Steel! Abbiamo già in mente quanto dovrebbe durare la storia, e non vediamo l’ora di portare a termine il nostro lavoro. Dopodiché, chi lo sa…

 

 

7) Un ultimo saluto…

Ciao a tutti, e grazie ancora per l’occasione!

 

 

Scopri il nostro articolo di presentazione alla Upper Comics (clicca QUI)

 

 

Hard’N’Steel: Sinossi

Il Dottor Ade, uomo di scienza, ha scoperto tutto. Ma proprio tutto!
Non c’è cosa che non sappia, nulla che gli sfugga. E ora ne ha la certezza matematica: il mondo è una vera noia!
E c’è un solo modo per rendere le cose più interessanti… Ma ovviamente, un’esplosione globale di onde theta che trasformi l’ultimo alimento che si è gustato nella chiave di attivazione di un potere inimmaginabile: un “Flair”.

La forza di alterare le leggi fisiche col solo pensiero, la capacità di far svanire per 13 ore ogni cannuccia di plastica nel raggio di 225Km. Non importa quanto sia spettacolare: per il Dottor Ade, Signore onnisciente e onnipotente del mondo che ha creato, basta che sia divertente come quelle storie di eroi che ha sempre amato.
E quando un triste e anonimo colletto bianco con smanie di grandezza si è ritrovato per le mani il potere di un Dio, Ade non ha potuto che accettare la sfida che gli era stata lanciata: che storia sarebbe, senza il cattivo?

 

 

UPPER COMICS: Qualcosa in più…

La Upper Comics è una casa editrice multimediale nata a Messina nel 2016 dalla mente di Gaetano Scoglio, fondata allo scopo di far conoscere sempre più artisti emergenti e dare spazio a grandi opere (di cui parleremo nel tempo!).

La Upper Comics ha l’obiettivo di accompagnare il lettore attraverso incredibili avventure grazie a fumetti di qualità con storie davvero avvincenti.

Dall’action allo steampunk, l’UPPER COMICS si propone di pubblicare (digitalmente e su carta) storie a fumetti con varie cadenze.
Ma c’è di più…

 

 

Upper Ground (Magazine)

Upper Ground è un magazine digitale di pubblicazione mensile.
Al suo interno, ogni mese, vengono pubblicati più di dieci fumetti diversi divisi in capitoli.

Il fattore predominante che accomuna tutte queste storie, tra cui le più famose sono Abyss, Almost Dead, Chrono Gear ed Hard’N’Steel, è l’azione.

Tutte le storie pubblicate su Upper Ground offrono quindi una narrativa d’azione per ragazzi, componendo un catalogo che spazia sui temi narrativi più disparati, dal Cyber Punk, passando per il Goth per arrivare allo Steam Punk, in più di cento pagine mensili.

È possibile leggere gratuitamente il numero 1 di Upper Ground, con più di 350 pagine di manga italiani, collegandosi a questo link (QUI) e registrandosi al sito Upper Comics.

Con un piccolo contributo di 2€ è possibile leggere la rivista mensilmente, o abbonarsi annualmente alla conveniente cifra di 22€.

– Clicca QUI per scoprire il loro sito ufficiale, le opere disponibili e tutti i dettagli in merito. –

 

 

Upper Comics: CONTATTI

  • Official web site –> QUI
  • Pagina Facebook –> QUI
  • Profilo Instagram –> QUI
  • Profilo Twitter –> QUI
  • Canale Youtube –> QUI
  • EMAIL: uppercomics@gmail.com

Non perdetevi tutti gli approfondimenti sulle opere più belle della Upper Comics nei prossimi articoli.
#WeAreNerd

upper-comics

Lascia un tuo commento...

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.