daniele cosenza

DANIELE COSENZA: l’arte della fotografia! [Intervista]

Le foto artistiche di Daniele Cosenza hanno stupito tutto il pubblico dei cosplayers del messinese, e non solo…
L’artista, che si sta velocemente facendo strada in questo settore, è in realtà un programmatore e web-designer che coltiva, da autodidatta, la passione per la fotografia.

Nonostante il suo recente approccio al mondo della fotografia, le sue doti artistiche spiccano in tutte le fiere del fumetto a cui partecipa, sbaragliando così la concorrenza!

Scoprite di più su Daniele Cosenza nell’intervista che ho avuto il piacere di fargli…
BUONA LETTURA

 


 

1. Daniele benvenuto nella sezione #WeAreNerd. Raccontaci un pó di te e della tua stupenda passione…

“Mi chiamo Daniele Cosenza, classe 1974, mi guadagno da vivere facendo il programmatore e il web-designer, ma una delle mie più grandi passioni è sempre stata la fotografia, sempre affrontata da autodidatta.
Se a questo aggiungiamo che, da buon “Nerd” a 360 gradi, sono cresciuto in mezzo a computer, videogiochi, film, serie tv e anime, si capisce facilmente perchè mi sono avvicinato al mondo del Cosplay in maniera naturale.

Purtroppo, dato il carattere amatoriale di questa passione, non ho mai potuto permettermi attrezzature al passo coi tempi. La mia prima Reflex (che utilizzo tutt’ora, una Canon EOS 650d) è arrivata solo 3 anni fa. Ma questo non è necessariamente un male: non poter contare sugli ultimi ritrovati della tecnologia ti costringe a sfruttare al massimo te stesso e la tua attrezzatura, diventando sicuramente motivo di crescita.”

 

 

2. Perché hai deciso di avvicinarti al mondo dei cosplayers?

“Sono un grande appassionato di ritratti, ma non essendo un fotografo professionista non è mai stato facile per me trovare modelle/i adatti allo scopo.
I Cosplayer invece sono perfetti, amano farsi fotografare e dedicano sempre il loro tempo con piacere.
Oltretutto, come dicevo prima, coniugano la mia passione per la fotografia con quella per il mondo della pop-culture, tutto perfetto quindi!

Un altro dei motivi per i quali amo la fotografia Cosplay è che ci si può sbizzarrire nella post-produzione. Ci sono varie scuole di pensiero su questo argomento, ma personalmente sostengo che il Cosplay sia principalmente trasformare se stessi e cercare di essere qualcun altro, e l’editing è solo un altro degli strumenti a disposizione per raggiungere questo obiettivo!”

 

 

3. Quanto tempo impieghi per modificare le foto? E soprattutto, da dove trai l’ispirazione?

“Ho sempre fatto una grande differenza tra fotografia tradizionale e fotografia cosplay. Ritengo che la percentuale di utilizzo della post-produzione in fotografia cosplay debba essere decisamente superiore a quella della fotografia tradizionale, e anche lo stile cambia.
Per questo motivo faccio un uso molto intenso della post-produzione impegnando in questa parte molto più tempo di quello che impiego per lo scatto in sè.

Fortunatamente col tempo ho imparato l’arte della velocità, ottimizzando determinati processi in modo da non perdere troppo tempo nelle cose basilari, come pulizia della pelle, eliminazione degli elementi di disturbo, bilanciamento dei colori, etc.

Tuttavia il tempo che mi tocca dedicare ad ogni foto rimane abbastanza alto (partiamo da 20 minuti per le foto più semplici a ore intere per quelle più complesse) ed è per questo motivo che, recentemente, ho abbandonato la mia vocazione di fotografo “gratuito” a favore di un piccolo contributo, cosa che devo dire non ha limitato particolarmente la mia attività in quanto i cosplayer sembrano aver capito che oltre alla passione, dietro ad ogni foto c’è anche tanto lavoro.

Per quanto riguarda l’ispirazione, sono dell’idea che per migliorarsi occorre sempre guardare quelli più bravi di te anche se li reputi inarrivabili. Per questo motivo ammiro il lavoro di fotografi cosplay come eosAndy o Pugoffka, e in generale un tipo di stile riconoscibile nella fotografia cosplay russa, dove la pulizia della pelle e dei tratti non pregiudica la tridimensionalità e la texture.

Come ripeto, la fotografia cosplay non è la fotografia tradizionale, per questo sono molto scettico quando un bravo fotografo tradizionale, anche professionista, si improvvisa fotografo cosplay solo perchè magari ci vede un business o un settore di attività. Personalmente, almeno in sicilia, io non riesco a vederci un business: i cosplayer per la maggior parte sono ragazzi che non possono disporre di grandi cifre e anche per questo motivo ho tenuto il contributo ad un livello molto basso, per poter permettere a chiunque di avere delle belle foto ricordo dei propri lavori.”

daniele cosenza

 

4. Progetti per il futuro?

“Per parlare del futuro, mi riallaccio alla questione contributo, il cui motivo è anche un altro: l’acquisto di una nuova fotocamera. Ho deciso di acquistare un’attrezzatura professionale in modo da poter dare sfogo alla mia creatività in maniera sempre più completa.

La spesa non è piccola, ma passo dopo passo e grazie all’aiuto dei cosplayers che mi supportano il traguardo si avvicina. Il futuro quindi mi vede mantenere gli stessi ritmi attuali migliorando pian piano le attrezzature in mio possesso, e di conseguenza anche la qualità dei miei scatti.
Mi interessa inoltre avviare un attività di photoset dedicati, sicuramente più costosi di un semplice mini-set alle fiere ma di gran lunga più efficaci a livello di qualità, dedizione, post-produzione e soprattutto scelta della location.

Un’altra cosa che mi interessa per il futuro è di essere sempre maggiormente riconosciuto in maniera ufficiale agli eventi, come accaduto per il Dragon Fest e il MessinaCon. Sono convinto che le foto di noi fotografi siano un veicolo di promozione non indifferente per gli eventi stessi, sarebbe quindi bello che ci fosse una sorta di riconoscimento come inviti o accessi facilitati. Mi attiverò sempre di più quindi contattando di volta in volta gli organizzatori.”

 

 

5. Un ultimo saluto…

“Grazie a chi ha avuto la pazienza di arrivare fin qui. Trovate tutte le info (e centinaia di foto) sulla mia pagina (vedi contatti sotto).
Ringrazio Priscilla per l’opportunità di questa intervista e vi aspetto davanti l’obiettivo.”

 

 

Daniele Cosenza: CONTATTI

  • Pagina facebook fotografia cosplay —> QUI
  • Pagina facebook fotografia tradizionale —> QUI
  • Instagram —> QUI
  • Email: infogabbiano@gmail.com
  • Telefono: 347.8818608

 

Qualcosa in più su Daniele Cosenza…

Nasce come videogiocatore.
E’ sempre stato attratto da tutto quello che gira intorno alla cultura giapponese, e come dice lui, “l’essere cresciuto a pane, nutella & anime” ha contribuito alla sua formazione.
Il suo anime preferito è Hokuto No Ken (Ken il guerriero).
Ha acquistato la sua prima Reflex solo 3 anni fa, si tratta di una Canon EOS 650d.

Il primo vero evento in tema cosplay al quale ha partecipato sotto la veste di “fotografo” è stato il Geek Party di Messina nel luglio del 2015.
In ambito fotografico, ha sempre cercato di ritagliarsi uno stile riconoscibile. Ogni foto, per lui, è una sfida tra il trovare la giusta posizione e la giusta luce in base alle condizioni meteo del giorno.

 

Voglio concludere questo spazio dedicato a Daniele Cosenza con alcuni dei suoi migliori scatti…

#WeAreNerd

Lascia un tuo commento...

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.