Horizon

Horizon: Zero Dawn – Recensione

Horizon Zero Dawn, sin dalla sua presentazione, avvenuta nell’E3 del 2016, ha creato molte aspettative negli appassionati di videogames. Aspettative che il Team creativo di Guerilla Games, ha saputo sfruttare a suo vantaggio creando una delle migliori esclusive a marchio Sony attualmente sul mercato.

 

LA STORIA DI HORIZON: ZERO DAWN

In un lussureggiante mondo aperto post-apocalittico, ambientato nel 3039 d.C. , creature meccaniche vagano per le terre che hanno sottratto all’umanità. Con il tempo, l’evoluzione umana è regredita a tribù di cacciatori e raccoglitori, che vivono fra altissime foreste, imponenti catene montuose e rovine evocative di una civiltà del passato.

 

IMPRESSIONI E MECCANICHE DI GIOCO

Horizon Zero Dawn è un gioco immenso, curato in ogni minimo dettaglio: un’opera mastodontica realizzata da Guerrilla Games con grande cura e passione.

Dal punto di vista della narrazione, gli sceneggiatori, hanno saputo confezionare un racconto eccellente, con una trama semplice e mai banale, in grado di inscenare una complessa mitologia fantascientifica. La protagonista, Aloy, si presenta sin da subito come un personaggio tutt’altro che convenzionale, piuttosto un’eroina moderna, lontano dagli stereotipi, in bilico tra l’intelligenza, il coraggio e l’egoismo.

La profondità della story-line, si intravede anche nel gameplay, infatti, è pieno di missioni secondarie come dungeon da esplorare, accampamenti di banditi da distruggere ed anche punti di controllo da conquistare. Una volta conquistati questi punti di controllo, che appaiono come dei dinosauri dal collo lungo, si amplierà la mappa, rivelando zone nascoste ed eventi secondari.

La bellezza del gameplay, risiede proprio nei combattimenti, sia con gli esseri umani che con le famigerate macchine metalliche, infatti, questi ultimi li ho trovati molto complessi e assai stimolanti. Il gameplay prevede anche un ottimo sistema di crafting, molto intuitivo, al fine di creare risorse mediche e munizioni. Insomma questo titolo unisce gli elementi classici di un videogioco Action con quelli iconici dei giochi di ruolo.

 

REPARTO TECNICO

Grazie al decima Engine si raggiunge una pulizia dell’immagine superiore a qualsiasi altro open-world, con una mole poligonale impressionante ed eccellenti effetti particellari. A ciò si aggiunge una favolosa direzione artistica, in grado di costruire un mondo di rara bellezza su cui svettano panorami mozzafiato e scenari incredibili.

Il doppiaggio in lingua italiana l’ho trovato assolutamente eccezionale con prove d’attore capaci da far rabbrividire qualsiasi produzione cinematografica, Il tutto coronato da una colonna sonora sublime e assai molto toccante.

 

VOTO

In conclusione non posso far altro che assegnargli un bel 9/10, in quanto non ci sono veri e propri difetti, piuttosto qualche mancanza, ma nonostante tutto il risultato è encomiabile e, soprattutto, perfettamente in linea con quanto promesso.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lascia un tuo commento...

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.